La cura dell'HIV: quanto siamo vicini?

Aggiornati sui trattamenti per l'HIV di oggi

Bradley
Bradley
24 maggio 2021
Quanto siamo vicini alla cura per l'hiv, studenti

Il primo caso registrato di HIV si è verificato nel 1959 in Congo. Da allora, ci sono stati passi da gigante nella ricerca della malattia e sono stati messi in atto trattamenti efficaci. Purtroppo non esiste ancora una cura. È impossibile fornire una stima accurata di quando potrebbe esserci una cura, ma le cure sono ricercate da team di tutto il mondo e i progressi costanti finora sono un motivo per sperare che una cura non sia troppo lontana. Nel blog di oggi copriremo cosa fa esattamente l'HIV, i trattamenti che sono attualmente disponibili, e quanto vicini potremmo essere ad una cura.

Capire l'HIV:

L'HIV, o virus dell'immunodeficienza umana, attacca il sistema immunitario. Se l'HIV non viene trattato, può portare all'AIDS, che può essere mortale. Attualmente non esiste una cura, quindi le persone con l'HIV lo avranno per tutta la vita. Con un trattamento adeguato, e se preso in tempo, le persone possono vivere una vita lunga e piena con l'HIV.

L'HIV è più spesso associato alla trasmissione sessuale, ma può anche essere trasmesso attraverso la condivisione di strumenti di iniezione come siringhe o aghi. In alcuni casi, i bambini possono anche ricevere l'HIV dalle loro madri prima di nascere. In generale, la cosa più importante da ricordare sull'HIV è che può essere trasferito attraverso i fluidi corporei come il sangue, quindi condividere qualsiasi cosa che è entrata in contatto con il sangue di qualcun altro è una cattiva idea. È anche importante praticare sesso sicuro.

L'unico modo per sapere se hai l'HIV è attraverso un test. Il CDC raccomanda che tutte le persone tra i 13 e i 64 anni facciano il test almeno una volta per l'HIV. Tuttavia, le persone nei gruppi a più alto rischio dovrebbero fare il test più spesso. Alcuni sintomi (spesso simili all'influenza) possono comparire da 1 a 2 settimane dopo l'infezione, ma è anche possibile essere infettati senza che compaiano sintomi. Ecco perché è importante sapere se si è a rischio e sottoporsi regolarmente ai test.

Trattamenti attuali per l'HIV:

Il tipo di trattamento per l'HIV varia in base a diversi fattori, tra cui quanto recentemente si è verificata l'infezione e quanto è diventata grave. Se sei stato esposto all'HIV nelle ultime 72 ore, la profilassi post-esposizione (PEP) può essere in grado di prevenire l'infezione. La PEP deve essere iniziata entro 72 ore e viene prescritta solo in situazioni ad alto rischio a causa degli effetti collaterali negativi che può causare.

Microbanner mytherapy app

MyTherapy: promemoria per medicinali

per iPhone
per Android

Download now

Download now

Se sei già risultato positivo all'HIV, il tipo di trattamento dipende dalla quantità di HIV nel tuo sangue (determinata da un test della carica virale dell'HIV) e da quanto gravemente il virus ha già colpito il tuo sistema immunitario (determinato dalla conta dei linfociti CD4.) Dopo questi test, il tuo medico determinerà quando e come iniziare il trattamento.

L'HIV viene trattato con farmaci antiretrovirali. Questo tipo di farmaco funziona impedendo al virus di replicarsi, dando al sistema immunitario la possibilità di ripararsi e di prevenire ulteriori danni. In genere, il trattamento prevede un mix di farmaci antiretrovirali, poiché l'HIV è resistente e può adattarsi rapidamente in caso contrario. L'esatta miscela di farmaci usati sarà unica per ogni individuo.

Una volta iniziato il trattamento, il test della carica virale dell'HIV sarà utilizzato per misurarne l'efficacia. La maggior parte dei pazienti può ridurre la propria carica virale a un livello non rilevabile entro 6 mesi dall'inizio del trattamento.

Curare l'HIV:

I ricercatori credono che troveremo una cura per l'HIV, e la quantità di conoscenze che abbiamo già sul virus è promettente. Detto questo, non esiste ancora una cura. Ci sono stati due pazienti curati dall'HIV nella storia registrata, ma non è ancora del tutto chiaro come o perché siano stati in grado di essere curati.

È difficile dire se i pazienti con l'HIV possono aspettarsi di vedere una cura sterilizzante nel corso della loro vita (una che ha sradicato l'HIV), ma molti scienziati credono che siamo molto vicini a una cura funzionale (una che riduce l'HIV a livelli innocui). C'è un argomento che i farmaci antiretrovirali sono già una cura funzionale, ma la necessità di un trattamento costante rende questo un argomento potenzialmente debole. Fortunatamente, aziende e gruppi accademici stanno sviluppando e testando trattamenti che dovrebbero essere somministrati solo una o due volte l'anno, rendendoli essenzialmente una cura funzionale. Non è chiaro quando esattamente questi trattamenti saranno completati e approvati, ma saranno certamente un cambio di gioco per chiunque viva con l'HIV e abbia a che fare con trattamenti quotidiani.

A parte una cura, ci sono stati anche più di 800 studi condotti su potenziali vaccini contro l'HIV. Anche se un potenziale vaccino non è efficace al 100%, potrebbe ridurre notevolmente i tassi di infezione. Questo rappresenta uno sviluppo estremamente promettente per un virus che si è dimostrato mortale ed è stato scoperto solo 60 anni fa.

Quindi, c'è una cura per l'HIV? La risposta breve è no. Non c'è una cura, ma le buone notizie superano le cattive. L'HIV è una malattia che può essere trattata efficacemente, e i ricercatori sembrano essere sulla buona strada verso una cura funzionale e un vaccino in futuro.


Ecco cosa potresti trovare interessante:

Promemoria mytherapy app cure per l'hiv

Gestisci la tua salute con l'aiuto del tuo smartphone

MyTherapy app ti aiuta a portare avanti le tue cure in modo diligente.
L'app di MyTherapy ti aiuta a prenderti cura della tua salute con:

  • Promemoria;
  • Controllo dei tuoi sintomi;
  • Monitoraggio delle tue attività.